Lo straniero che si reca in India noterà sicuramente una moltitudine di usanze indiane a dir poco bizzarre. 

Si tratta di costumi, gesti, usanze, tradizioni peculiari dell’India che è importante conoscere per sopravvivere al meglio durante la prima visita in India. 

Ecco qui quindi elencate le 8 usanze indiane più particolari e diffuse!

 


1. No, anzi, sì!

Vi  trovate nel bel mezzo del traffico indiano (e già di per se non è cosa da poco, considerata la scarsa attenzione che gli indiani hanno per i pedoni!), in più vi siete persi.

Bene, chiedete informazioni ad un passante, semplice vero?!

Certo, lo sarebbe se non vi rispondesse con un enigmatico movimento della testa, una via di mezzo tra si e no.

Infatti gli indiani rispondono spesso con una specie di ‘ni’: oscillazione della testa – avvicinando le orecchie alle spalle – per quattro o cinque volte.

Ma cosa significa?

Allora, la maggior parte delle volte è un sì (e se viene accompagnato da un “haa”, siete fortunati, è confermato!), qualche volta invece è no, ma molte volte è un “non lo so, ma ti dico comunque sì per farti contento”.

In una conversazione tra amici, invece è usato sempre come gesto per annuire, ed equivale quindi al nostro sì!

l tipico movimento ondeggiante della testa!

2. Mai con la mano sinistra

Gli indiani hanno dei seri problemi riguardo alla mano sinistra, per cui non usatela per toccare niente e nessuno, porgere oggetti, denaro o….. peggio ancora prelevare del cibo!

Il motivo? Dal momento che tradizionalmente viene usata al bagno per pulirsi è considerata impura, quindi il suo utilizzo in contesti sociali è segno di mancanza di rispetto.

Dato che in India si mangia spesso con le mani, ricordatevi di farlo usando sempre la mano destra, o verrete visti come incivili e diciamo “poco puliti”!

In ogni caso…..molto spesso per noi “occidentali” propongono una forchetta o un cucchiaio… salvandoci così da situazioni imbarazzanti!

Usare sempre la mano destra

3. Lancio e tuffo…..dal treno!

Ecco altre due usanze indiane che potrebbe mettere a dura prova la vostra pazienza nel momento che dovete prendere un treno.

Il lancio

Allora, premettiamo che prendere un treno è un’esperienza da fare almeno una volta durante il proprio soggiorno in India.

Troviamo quindi due tipologie di viaggiatori: quelli che appena arriva il treno, si lanciano all’interno del vagone in preda al delirio, esaltandosi, spingendo, urlando e lottando come se salire sul treno per primi sia una questione di vita o di morte.

Poi ci sono quelli che attendono che il treno si metta in movimento, per appendersi al di fuori – nel vero senso della parola – rimanendo in bilico all’entrata, e poco importa se erano lì due ore prima: loro salgono solo quando il treno è in partenza, punto e basta!

Il tuffo

Quando il treno si avvicina alla fermata le persone cominciano a fremere vicino alle uscite.

Il momento è catartico: li vedi dimenarsi perché non solo vogliono salire per primi, ma devono anche scendere per primi!

Senza aspettare l’arresto del treno cominciano a tuffarsi, ciò suscita una reazione a catena: li vedi cadere (in realtà sempre in piedi), mentre nel frattempo ci sono i famosi primi che salgono... insomma, avrete capito che il treno in India è senz’altro da sperimentare!

Un'affollata stazione indiana

 4. Il barbiere sul marciapiede e la chioma color arancio

Passeggiando lungo i marciapiedi di qualsiasi città o villaggio indiano, è molto comune, specie nelle aree più povere, imbattersi in barbieri intenti nel loro lavoro, completi di tutta l’attrezzatura, con i propri clienti che occupano il marciapiede.

Ma ancora più curioso è veder sfoggiare chiome ‘pel di carota’, dalle sfumature improbabili che arrivano fino al rosso prugna, colorazioni che con il contrasto della pelle ambrata non passano di certo inosservate!

Queste tinte sono particolarmente usate dalla popolazione di religione musulmana. La scelta del colore non è casuale. Il rosso infatti si dice che porti fortuna e difatti viene tradizionalmente usato come colore dominante nei matrimoni e nelle decorazioni tipiche con l’henné!

I capelli colorati con l'henna vanno di moda anche tra gli uomini

5. Mano nella mano

Le dimostrazioni di affetto in pubblico tra uomo e donna in India sono rare e non ben viste.

Molto comune invece è imbattersi in uomini abbracciati o che camminano mano nella mano.

In India è un comune gesto d’amore fraterno tra amici!

Mano nella mano... in India è un gesto di affetto fraterno tra uomini

6. Pubblicità stile murales

Questa secondo me è una delle usanze indiane più carine e divertenti.

Specialmente nei villaggi, le pubblicità spesso vengono dipinte direttamente sui muri delle case.

Si creano così collage di muri dipinti e abbinamenti cromatici davvero suggestivi, alcuni strappano anche un sorriso in merito ad originalità.

Una pubblicità dipinta direttamente sul muro è a prova di intemperie!

7. I paparazzi

Volete provare l’ebrezza di essere fotografato come una star di Hollywood?

Specialmente in luoghi turistici, potreste vostro malgrado diventare il souvenir fotografico per molti indiani.

La gente si mette in posa vicino a te (se sei donna, ahimè ancor di più), e  click! …senza trucco e parrucco scattano direttamente, spesso senza chiedere.

Inizialmente risulta simpatico ma poi… diventano davvero troppi!

Gli indiani amano paparazzare turisti e stranieri,attenzione ai click a sorpresa!

8. Un sorriso da Dracula

Parenti di Dracula?

No, masticatori di betel, pianta dalle foglie larghe.

Gli indiani adorano masticarle insieme al paan, cioè ‘involtini’ di tabacco, spezie e, appunto, betel.

Grazie al betel i denti assumono una “originale” sfumatura rossa, spaziando dal rosso arancio al marroncino – nero fuliggine.

Dimenticavo: potreste anche incontrare inquietanti rigurgiti rossi sulla strada, oppure vedere persone con una bottiglietta d’acqua in mano fare i gargarismi mentre attendono che il semaforo torni verde.

Niente paura, “that’s all folks”!

Per saperne di più sul betel leggi anche: Varanasi, le 7 cose che devi assolutamente fare

Un sorriso rosso dal betel!


Immagini 1) immagine animata tratta da youtube.com (Indian Headshakes | What do they mean?); 2) foto tratta da: huffingtonpost.com (Dining Etiquette From Around The World); 3) foto tratta da: i.telegraph.co.uk; 4) foto tratta da flickriver.com; 5) foto tratta da: yo-kerala.com; 6) immagine tratta da: slideshare.net; 7) immagine tratta da indiandacoit.com;  9) immagine dell’autrice