“Il piacere non può aspettare” di Tishani Doshi è una piacevole lettura, che scivola via in modo lieve ed elegante, senza lasciare sconvolgimenti nell’anima, ma con una sensualità e una poesia molto coinvolgenti.

Più che l’urgenza del piacere (il titolo inglese è “The pleasure seekers”), è la sua ricerca costante, lungo tutta la vita, a essere la protagonista del libro.


La storia è quella, romanzata, dei genitori dell’autrice: lei gallese e lui indiano di Madras (ma di famiglia di religione gianinista e originaria del Gujarat), che si incontrano a Londra e si innamorano.

Si sposano e scelgono di vivere a Madras, confortati da quella grande famiglia allargata che inizialmente aveva tanto contrastato la loro unione.

In India nasceranno le loro figlie e sempre in India inizieranno anche le loro storie d’amore e di ricerca del piacere, più complicate e sofferte di quella del tutto idilliaca dei genitori.

Il tema della famiglia “mista” e “multiculturale”, con tutte le sue ricchezze e le sue difficoltà, non è nuovo nel mondo della letteratura indiana.

Ma in questo caso, per una volta, è l’occidentale che emigra, meno benestante della famiglia indiana, con tutti i suoi domestici e i lussi delle classi alte: niente di più lontano dalle condizioni di vita del povero villaggio del Galles da dove proviene la madre dell’autrice.

La saga familiare si dipana dalla fine degli anni Sessanta per arrivare fino al 2001: ogni tanto la storia si affaccia con curiose coincidenze ma rimane sullo sfondo, mentre in primo piano sono i rapporti familiari fra genitori, nonne, cognate, figli, amanti e nipoti.

La giovane autrice indugia forse un po’ troppo in certi stereotipi (la nonna dolcissima e saggia, la figlia irruenta, la relazione coniugale dei genitori), ma è brava soprattutto a descrivere un mondo familiare infondendo poesia e sensualità, e a dare uno spessore non banale al piacere, anche e soprattutto quello fisico.


Consigliato a chi ha voglia di una lettura leggera e coinvolgente, di una storia d’amore non banale e ben scritta.

Tishani Doshi è nata nel 1975 a Madras (oggi Chennai) ed è anche poetessa, giornalista e ballerina.
Il piacere non può aspettare è il suo primo romanzo.

Tishani Doshi, Il piacere non può aspettareFeltrinelli 2010

(Edizione originale: The pleasure seekers, 2010)

Traduzione di Gioia Guerzoni

pp. 320, € 18