Che decidiate di fare un viaggio breve o lungo in India, di fare del volontariato oppure di lavorare, avrete bisogno di un visto per entrare nel Paese.

Le pratiche per il visto per l’India possono sembrare complesse ma in realtà se se seguirete tutti i passaggi attentamente non avrete problemi nel riceverlo.

Qualunque sia la ragione che vi porti a partire per l’India, quello che non potrete fare a meno di notare sono le espressioni delle persone con il quale parlerete. Vi guarderanno stupiti e spaventati, e in qualche modo contribuiranno a far aumentare in voi paure e timori. Non abbiate paura, e andate avanti per la vostra strada perchè vi posso assicurare che ne varrà la pena.

E soprattutto non fatevi scoraggiare dalla burocrazia indiana con il quale dovrete fare i conti una volta giunti a destinazione! E non dimenticate che come spesso accade, le cose sono molto più semplici, di quello che possa sembrare in un primo momento.


Per l’ingresso in India avrete bisogno di un visto che potrete richiedere in diversi modi, a seconda che vi troviate in Italia o all’estero o del tempo di cui avete a disposizione.

Se al momento della richiesta del visto vi trovate in Italia avete due opzioni:

  • Rivolgervi presso l’Ambasciata di Roma o il Consolato di Milano, a seconda di quale regione viviate. Ovviamente se non volete occuparvi della questione, ci sono apposite agenzie al quale potrete affidarvi, ma ovviamente questa opzione avrà un costo maggiore.
  • Richiedere il visto elettronico. Recentemente l’India, per snellire la burocrazie e alleggerire le tempistiche, ha anche introdotto l’e-Visa, richiedibile direttamente dal sito del governo indiano.

Per quanto riguarda la prima opzione, le pratiche non sono delle più semplici, ma se seguirete tutte le indicazioni sarà un gioco da ragazzi. Questa opzione è l’unica e l’ideale per chi ha in mente di restare in India per un periodo superiore ai 2 mesi o che magari non è ancora sicuro di quanto ci rimarrà.

Per questo tipo di visto “tradizionale”, mi sono rivolta al consolato dell’India di Milano, e devo dire che mi sono trovata molto bene, non è difficile contattarli telefonicamente o via e-mail.

Eccovi spiegato, in alcuni semplici passaggi cosa dovrete fare per ottenere il vostro visto:

  • Andate sul sito del Consolato e dal menu a tendina “Visa Services” scegliete la voce ‘Online Visa form’.
  • Leggete attentamente tutte le istruzioni ed indicazioni, il visto dovrà essere compilato direttamente dal sito e nella domanda di visto dovrete allegare una foto che dovrà rispettare determinati e precisi requisiti. Al di là del formato della foto, è importante che la foto su sfondo bianco presenti il volto intero, frontale con occhi aperti e la testa centrale all’interno della cornice. Nel caso abbiate i capelli lunghi, è importante che non coprino il volto, ma che allo stesso tempo siano visibili e cadano quindi davanti le spalle.
  • Cliccate quindi sul link del governo indiano presente sulla medesima pagina per avviare il processo di applicazione del visto.
  • Una volta compilato il form riceverete un numero inerente alla vostra richiesta (appplication ID), attraverso il quale potrete monitorare in seguito lo status del visto.
  • Quando il vostro status risulterà positivo dovrete recarvi al consolato (non serve prendere appuntamento) con l’application form stampato, una fototessera e pagare la tariffa prevista per il visto che attualmente è di 50 €.

La procedura descritta è la medesima per l’Ambasciata con l’unica variabile di tempi e modalità di ritiro in funzione dei diversi orari di apertura.

Il Consolato impiega dai 5-10 giorni lavorativi per produrre il visto, ma è importante muoversi con largo anticipo per essere più tranquilli in caso dovessero respingere la domanda e aveste quindi bisogno di farne un’altra.

Il visto ha una durata di 6 mesi, a partire dal giorno in cui è stato rilasciato e non dal giorno di ingresso nel Paese.

Se invece, avete intenzione di viaggiare in India per un periodo più breve, c’è la possibilità di richiedere il visto elettronico o e-Visa.

Per richiedere il visto dovrete andare sul sito del governo indiano nella pagina relativa al visto elettronico.

Avrete bisogno della scansione del passaporto da allegare alla pratica, dovrete compilare l’application form e pagare on-line il costo del visto che per l’Italia è di 50 USD. Riceverete quindi il visto entro le 72 ore con una finestra di 120 per entrare nel Paese.

Il visto in questione vale 60 giorni dall’ingresso nel Paese e alla scadenza di questo è possibile richiederne al massimo un altro per lo stesso anno solare.

Come sempre, è bene leggere attentamente tutte le informazioni presenti sul sito e qualora abbiate bisogno di chiarimenti, non esitate a contattarli.

Qualora vogliate richiedere il visto dall’estero potrete ovviamente optare per il visto elettronico/e-Visa o potrete recarvi presso una delle Ambasciate indiane presenti nel Paese dove vi trovate.

Spero che questo articolo abbia chiarito un po’ dubbi. Le informazioni riportate sono le più recenti, ma è bene ricordare che le regole in fatto di visti cambiano spesso, quindi è bene leggere attentamente le informative (instructions) riporatate sui siti ufficiali del governo indiano.

Per il resto, non vi resta che prendere le vostre valigie, o il vostro zaino in spalla, e partire!


Immagine tratta da www.reisgraag.nl