Monica, imperterrita viaggiatrice, colleziona ricette (e non solo) dal mondo. Oggi ci propone una versione molto indiana del famoso piatto Butter Chicken.

Per leggere l’articolo originale, e molto di più, cliccate qui.


Credo che il Butter Chicken sia uno dei piatti piu’ famosi dell’India… specialmente all’estero!

L’ho provato in tutti i Paesi dove ho vissuto fin’ora: in Italia, ovviamente, ma poi anche a Londra e negli Stati Uniti, West and East coast, ma come lo fanno qui… non ci sono proprio paragoni, anche alla vista!
Come la nostra pizza, in fondo: mangiata in Italia è un’ altra cosa!

Ed ecco che vi regalo questa ricetta di un’amica Indiana, Sameera, che a sua volta l’ha regalata a me ed altre amiche durante una delle nostre mattinate di scambi culinari!
Quella che vi riporto è proprio la ricetta di sua mamma tramandata ancora dalla nonna, una di quelle perle rare che forse non ha mai visto la luce in digitale, tramandata solo per tradizione orale! Fino ad ora.

Ovviamente la ricetta prevede spezie, spezie Indiane: lo dico perché a volte quando passo queste chicche alle mie amiche mi rispondono un po’ indignate: “E io come faccio a trovarle!?”
Ed io rispondo che ormai si può! Gli Indiani sono tanti ed ovunque e non possono vivere senza il loro “cibo”, un po’ come noi!
Quindi un negozietto con spezie indiane lo trovate sicuramente ovunque voi siate!

Ma bando alle ciance ora!

Ecco a voi, la ricetta del VERO Butter Chicken from Pune!

Ingredienti (per circa 4 persone)

  • 1kg di petti di pollo (se trovate anche delle cosce disossate buttatecele dentro risulterà ancora più tenero)
  • 500 gr di Yogurt bianco (meglio se intero, compatto, perfetto quello greco)
  • 1 cartone (200 ml) di Fresh Cream (come si tradurrà? panna!)
  • 150 Burro (per forza!)
  • Pasta di zenzero (ginger paste – va bene anche fresco)
  • Pasta di Aglio (Garlic paste – va bene anche fresco)
  • 1 kg e mezzo di Pomodori (da sugo)
  • Tandoori masala (spezia) (opzionale)
  • Butter Chicken Masala (spezia)
  • Red Chilly powder (la cuoca si raccomanda che sia del Khasmir… ma voi fate come potete)
  • Garam Masala (spezia.. la piu’ famosa di tutte)
  • Kasuri Methi (opzionale, e’ un erba che si trova secca come l’ origano)
  • Miele
  • Sale

Procedimento

Prima di tutto marinate il pollo nello yogurt (quanto? qua vanno ad occhio… alla mia domanda sulle quantita’… mi rispose quanto basta per ricoprire bene il pollo! e secondo me furono piu’ o meno 300-350 gr), 1 cucchiaio di pasta di zenzero ed 1 cucchiaio di pasta di aglio, sale, 2 cucchiaini di tandoori masala, 1 cucchiaino di red chilly powder.

Lasciate marinare per almeno 20 minuti…

Nel frattempo bollite i pomodori con un pezzetto di zenzero fresco (grande circa un pollice)

Preparate ora una bella padella capiente e fate sciogliere 50 gr di burro, dorate ora il pollo marinato per una decina di minuti. Mettete da parte il pollo.

I pomodori ora possono essere pelati perche’ non piu’ bollenti e son pronti per essere passati con lo zenzero che bolliva allegro in loro compagnia!

Riprendete la padella di prima, aggiungete altri 50-60 gr di burro (si chiama butter chicken vi ricordo… dieta domani! non oggi).  Aggiungete 1 cucchiaino di pasta di zenzero, 1 cucchiaio di pasta di aglio, fate appassire il tutto ed aggiungete ora il pure’ di pomodori freschi, lasciate cuocere a fuoco basso per un 5/10 minuti affinche’ tutto si insaporisca bene.

Ora aggiungete 1/2 cucchiaino o 1 cucchiano di red chilly powder (dipende un po’ da come gestite il piccante) 1 cucchiaio di miele, 1/2 cucchiano di kasuri methi (opzionale.. ma buono) e continuare a cuocere a fuoco basso.

Ora aggiungere 1 cucchiaino di garam masala, un altro minuto di cottura a fuoco basso e rimettete dentro il pollo a cuocere in questa magnifica salsina.

Aggiungere ora 1 cucchiaino di tandoori masala e 1 cucchiaino di butter chicken masala, e 3 cucchiai di miele e lasciate cuocere per altri 10 minuti.
Se si asciugasse aggiungete un pochino di acqua, ma poca, perche’ a breve aggiungerete altri liquidi.
Assaggiate, regolate di sale e alla fine fine quando e’ tutto bello cotto ed amalgamato aggiungete un cartone di panna (o magari pure uno e mezzo) e due ultimi cucchiai di burro… ed ole’.. o forse meglio dire Namaste ole’ (come la famosa canzone) il vostro butter chicken e’ servito!

Come si mangia?

Con il chapati famoso pane indiano (che magari vi insegnerò a fare la prossima volta) o anche solo con del riso basmati bianco e delle belle verdurine di contorno!

Io sono officially addicted!

Fatemi sapere, che ne pensate voi!

E se avete domande sono qui…. Cooking helpline from India!


Immagine di copertina presa da: http://thekitchenpaper.com/indian-butter-chicken/