Autore: Silvia Merialdo

“Un Padre Obbediente” di Akhil Sharma

Ci sono scrittori che scrivono dell’India più magica e meravigliosa. Altri che invece ne descrivono i lati più crudeli e disumani, altri ancora che intrecciano abilmente i due aspetti. Non ci sono dubbi a quale categoria appartenga Akhil Sharma con questo suo romanzo di esordio. Nella sua India c’è solo violenza e crudeltà, senza un briciolo di speranza.     Per capire i meccanismi di questa totale mancanza di umanità, in Un Padre Obbediente Akhil Sharma ci fa entrare nella testa di Karan, il protagonista. Egli racconta la sua storia in prima persona e ci svela tutto, in entrambi...

Read More

I Romantici di Pankaj Mishra

“I Romantici” è un romanzo di Pankaj Mishra, giornalista e scrittore indiano  forse più famoso per i suoi articoli e i suoi saggi sul mondo contemporaneo. La storia è ambientata a Varanasi (nel romanzo ancora chiamata con il vecchio nome di Benares). Attraverso la voce di un giovane indiano sensibile e inquieto presenta un punto di vista originale dell’incontro fra India e Occidente. Samar è un giovane studente a Benares. Passa le sue giornate fra la biblioteca dell’università, le serate solitarie sui ghat, le letture nella stanza umida in affitto. Samar legge, legge molto. Legge Schopenhauer, Pascal, Wilson, l’Educazione sentimentale...

Read More

Shashi Deshpande, “Il Buio non nasconde paure”

  Nei suoi romanzi Shashi Deshpande racconta il ruolo della donna nella società indiana, senza mai accennare a tematiche femministe, né scrivere unicamente per lettrici donne. Lei stessa dice: “Non mi piace essere chiamata una scrittrice femminista. Sono femminista, ma non scrivo per propagandare un ismo.” Trama Il buio non nasconde paure è la storia di Saru, donna intelligente e determinata, che vive però in un sistema dove, di fatto, la parità dei sessi non è contemplata. Saru, con una valigia in mano, torna a casa dal padre, dopo che la madre è morta. Non sa neanche lei bene perché. Ha forse...

Read More

Bangalore, la città dei fagioli e della tecnologia

  Da città dei fagioli a metropoli della tecnologia: la Città Giardino dell’India è tornata a chiamarsi col nome autoctono, Bengaluru. L’autrice dell’articolo è Alessandra Loffredo, fondatrice del portale online Guida India, inesauribile fonte di curiosità e informazioni su storia, arte, architettura, letteratura, musica, cinema e grandi personalità legate all’India. Articolo originale tratto da Guida India e disponibile a questo indirizzo. Secondo la leggenda, il nome Bangalore deriva da Bele benda kalu uru, Il luogo dei fagioli bolliti, appelativo dato alla zona dal re Veera Ballala II della dinastia degli Hoysala (1000 – 1346 d.C.) in ricordo dei fagioli bolliti donatigli da...

Read More

La storia dei miei assassini di Tarun J Tejpal

  Potremmo dire che “La storia dei miei assassini” si inserisce in quel filone di romanzi che descrivono la violenza della società indiana. Nelle sue pagine incontriamo poliziotti corrotti, traffico d’armi, bambini sfruttati, guru personali, pistole, banditi e, ovviamente, assassini. Il protagonista di questo romanzo, un giornalista investigativo di Delhi, apprende dalla televisione che, senza neanche accorgersene, è scampato a un attentato e i suoi killer sono stati arrestati. Viene messo sotto scorta, ma sembra che di questa storia non gli interessi saperne più di tanto, preso com’è dagli intrallazzi per salvare la sua rivista dalla chiusura e dai...

Read More